“Breaching the Walls. We do need education!”. Cheap e Baumhaus con la Fondazione Gramsci Emilia-Romagna vanno a scuola per un progetto sulla memoria del Muro di Berlino

Breaching the Walls. We do need education! È il laboratorio con le studentesse e gli studenti della classe 5AGC dell’Istituto tecnico Aldini Valeriani di Bologna, realizzato da Cheap e Baumhaus con il coinvolgimento di Andrea Bruno, all’interno di un progetto internazionale della Fondazione Gramsci Emilia-Romagna dedicato alla rielaborazione critica, attraverso il coinvolgimento di istituzioni e cittadini, della storia e della memoria della caduta del Muro di Berlino e degli eventi da questa scatenati.

Comprendere, indagare e attualizzare la percezione della caduta del Muro di Berlino anche da parte di chi non era ancora nato nel 1989 è stata la sfida che ha mosso il percorso che si è svolto da gennaio ad aprile 2021, tra le difficoltà dovute alla chiusura delle scuole a causa della pandemia. Cinque appuntamenti in presenza e on-line per lavorare sulla storia e la memoria del Muro, ma anche un tentativo di cogliere criticamente, i muri e le diseguaglianze che costellano la quotidianità delle società contemporanee e provare a raccontarlo in un percorso di rielaborazione artistica e grafica.

A partire da un approccio storico in cui sono state ripercorse le tappe storiche principali dal 1961 al 1989 e il contesto europeo di riferimento fornito dalla Fondazione Gramsci nel lavoro di Roberto Ventresca (Assegnista post-doc presso il Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali dell’Università di Padova e responsabile scientifico del progetto), si è successivamente lavorato, raccogliendo differenti input – visuali e non – attorno al concetto di muro spaziando tra interventi di arte urbana, fotografia, illustrazione e muri “immateriali”.

Il percorso si è poi concentrato nel raccogliere le impressioni e il significato di ciò che rappresenta il concetto di muro in termini biografici e personali per le ragazze e i ragazzi dell’oggi, per raccogliere una serie di idee di muro contemporaneo. Undici di questi “concept” sono stati rielaborati graficamente a partire da alcune coordinate artistiche individuate dentro il percorso comune e compariranno nel Quaderno del progetto “Breaching The Walls”, una pubblicazione che racconterà, grazie ai contributi dei responsabili scientifici e di tutti i partner, le fasi del progetto, i risultati della ricerca, le opinioni e le esperienze. Il quaderno sarà pubblicato entro il 2021, a conclusione del progetto.

Tutte le info sul progetto:

https://breachingthewalls.eu

nuovo“Breaching the Walls. We do need education!” album

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *