CHEAP insieme a Non Una di Meno verso l'8 marzo

[:it]

Il progetto di street art realizza con il movimento femminista un’installazione dell’artista MP5

CHEAP ha deciso di dedicare il 2018 al tema frammento / unità: lo farà con un call for artist, con azioni diffuse sul paesaggio urbano, con attacchinaggi di poster, con intrventi di street art, a colpi di carta e colla.

E inzia da Viale Masini, in complicità con Non Una Di Meno, con i poster realizzati dall’artista MP5, per il movimento femminista che in questi ultimi anni ha rilanciato la lotta contro la violenza maschile e di genere in ogni sua forma.

CHEAP si dedica all’indagine del rapporto tra goccia e marea proprio insieme ad un movimento che opera una ricomposizione collettiva partendo dalle singolarità: Non Una Di Meno raccoglie le esperienze del #MeeToo per rideclinarle in un programmatico #WeTogether, passando da una denuncia ad una proposta carica di forza collettiva e desiderio comune.

L’8 marzo lo sciopero femminista coinvolgerà il lavoro produttivo e riproduttivo, andrà oltre il corporativismo delle categorie e i confini nazionali, unirà le molteplici figure del mondo del lavoro e del non lavoro: lo farà in diversi paesi, con un numero indefinito di corpi, con nuovi alleati, trasformando le gocce in marea.

A ritrarre questa marea è stata MP5: i suoi poster affissi su Viale Masini fanno parte della produzione che l’artista ha realizzato per il movimento femminista dal 2016, traducendo visivamente l’immagine e l’immaginario di Non Una Di Meno – di molte, di molti, di molt*.

foto di Michele Lapini | www.michelelapini.net

 
#WeToogether | CHEAP e Non Una Dimeno | installazione di MP5[:]

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *