R E C L A I M | CALL FOR ARTIST 2020

CHEAP lancia nel 2020 la sua ottava CALL for ARTIST rivolta non solo a street artist ma anche a chi si occupa di grafica, fotografia, illustrazione ed arte visiva in generale. I lavori che arriveranno in formato digitale, verranno stampati e installati a paste up sulle
bacheche del circuito CHEAP On Board nel centro di Bologna.

La CALL for ARTIST è sempre stata per CHEAP un elemento centrale del suo percorso: consente ibridazione dei linguaggi, abbatte le frontiere geografiche, costruisce un discorso collettivo, indaga tematiche attuali a partire dal basso, tenta di ricomporre i singoli discorsi in una narrazione collettiva.

Rivendicare qualcosa che ti è stato tolto. Precluso. Qualcosa che è tuo. Sulla base di un diritto. O di un desiderio.
Oggi vi chiediamo a che cosa pensate di avere diritto, che cosa pensate vi sia stato negato.
Vi invitiamo a domandarvi chi decide dei vostri corpi, a chi credete appartenga il vostro tempo.
Vi sfidiamo a riconoscere il privilegio, soprattutto quando si tratta del vostro.
Vi chiediamo se camminate mai da sole di notte – e quante volte avete rinunciato a percorrere le strade in un tempo che, nemmeno troppo implicitamente, ci viene precluso.
Vi spingiamo ad esplorare i confini della vostra cittadinanza.
Per capire chi ha diritto alla città – a costruirla, a fruirne e a cambiarla.
Per sondare l’esistenza di un diritto di appartenenza – un diritto che prescinda la proprietà.
Per scoprire se la città è un rifugio – e in questo caso, chi ha diritto a rifugiarvisi.
RECLAIM è il tema della call for artist 2020.
Avete carta bianca: nello spazio di un poster, evocate l’immaginario della vostra rivendicazione e manifestate la vostra presenza.
Protestate, contestate, reclamate un diritto.
Affermate, chiedete per avere, attribuitevi la responsabilità di un cambiamento.
Opponetevi, ridefinite e tornate ad essere partecipi.
Avete carta bianca: RECLAIM your poster.