Omino 71

In occasione dei 40 anni dalla morte di Pier Paolo Pasolini, il Comune di Bologna e la Fondazione Cineteca hanno promosso un progetto culturale e multidisciplinare dedicato all’opera e alla figura dell’intellettuale, dal titolo “Più moderno di ogni moderno. Pasolini a Bologna”.

CHEAP, come partner del progetto, ha realizzato un intervento di street poster art con l’artista romano Omino 71, lavorando su un muro del Parco del Cavaticcio, idelamente lo spazio architettonico di congiuntura tra la Cineteca e il MAMBO – museo d’arte moderna di Bologna, dove negli stessi giorni si inaugurava la mostra “Officina Pasolini”.

Sul muro del Cavaticcio appare Pasolini trasformato in icona, il volto mascherato da supereroe come in un fumetto, tinte ed estetica pop, una domanda rivolta ai passanti che riprende e cita il film del regista – “Che cosa sono le nuvole?”. Il wall è a firma di Omino 71: artista romano, irrequieto, portatore di un’idea di arte pop(olare) animata da un mash up di supereroi, santi, giocattoli e bambini idalle tinte decisamente sature, alterna interventi in strada ad un’intensa attività espositiva, affiancando all’attività personale anche quella di autore e curatore di progetti collettivi.

Sul muro del Cavaticcio appare Pasolini trasformato in icona, il volto mascherato da supereroe come in un fumetto, tinte ed estetica pop, una domanda “Che cosa sono le nuvole?” rivolta ai passanti che riprende e cita il film più popolare del regista, “Capriccio all’Italiana”. Il wall è a firma di Omino 71: artista romano, irrequieto, portatore di un’idea di arte pop(olare) animata da un mash up di supereroi, santi, giocattoli e bambini idalle tinte decisamente sature, alterna interventi in strada ad un’intensa attività espositiva, affiancando all’attività personale anche quella di autore e curatore di progetti collettivi.