CHEAP x Santarcangelo Festival 2018 | photo gallery

La paura, o meglio, la costante fuga dalla paura e una delle condizioni piu pervasive della contemporaneita: da qui muove la 48^ edizione di Santarcangelo Festival, che dal 6 al 15 luglio 2018 porta a Santarcangelo di Romagna (RN) un intenso programma dedicato alle arti della scena contemporanea internazionale al grido di Cuore in gola. Dalla Romagna, alcuni frammenti del discorso critico sulle fobie di oggi arrivano anche a Bologna in via Irnerio sulle bacheche di CHEAP, il progetto di street poster art attivo in citta dal 2013: qui le paure si materializzano in formato poster, intrecciandosi al tessuto urbano e portando le riflessioni del Festival nello spazio pubblico.

La collaborazione artistica tra CHEAP e lo storico Festival prende lo slancio dall’attitudine fortemente transdisciplinare di entrambe le realta: i frammenti di testo riportati sui manifesti affissi in strada sono tratti dai progetti artistici di Mallika Taneja, giovane artista di Nuova Delhi, e Muna Mussie, artista di origine eritrea residente a Bologna, entrambi presentati a Santarcangelo Festival 2018. I corpi, le voci e le paure delle autrici di Be careful (Thoda Dhyaan Se) e Oasi sono così evocati da un progetto di street art che reinterpreta il loro universo artistico riprodotto su 17 manifesti.

Spiega Eva Neklyaeva, Direttrice artistica di Santarcangelo Festival con Lisa Gilardino: “Le parole degli artisti echeggiano dagli spazi scenici del Festival e si materializzano sui muri della citta. Oggi sembra che la linea che separa la visione artistica distopica e la realta quotidiana si stia sempre piu assottigliando. Quella che vediamo sui muri e un’affermazione critica e ironica di un artista o un manifesto elettorale di qualche politico al governo? A ciascuno la propria ipotesi. Collaborare con Cheap ci permette dunque di testare i limiti della performance, portandola nelle strade di Bologna”.

CHEAP x Santarcangelo Festival 2018

Mallika Taneja, da New Delhi, e la fondatrice e direttrice di Lost & Found, un’organizzazione non-profit
impegnata nello sviluppo di progetti d’arte contemporanea in spazi non convenzionali delle periferie. Ha ricevuto nel 2015 il premio ZKB Acknowledgement allo Zurich Theatre Spektake. Dopo essere stata sui palchi internazionali di Les Urbaines – (Losanna), ITFoK (India), La Villette (Parigi), Alchemy Festival (Southbank Centre, London), SPIELART Performing Arts Festival (Monaco), porta a Santarcangelo Festival 2018 Be careful, aprendo una riflessione sugli stereotipi e sulle paure che opprimo la donna nella societa indiana, con grande ironia. In India, come in altri Paesi, lo stare in guardia e una condizione centrale dell’esperienza di vita femminile: Mallika denuncia di fronte allo spettatore tutta l’ipocrisia celata in una visione della donna come potenziale vittima, spogliandosi letteralmente degli a strati di oppressione che la cultura tradizionale indiana impone al suo corpo e svelando le contraddizioni nascoste. Lo spettacolo si terra il 10, 11 e 12 luglio alle ore 20.30, il 13 luglio alle ore 23.00, il 14 luglio alle ore 19.00, il 15 luglio alle ore 20.00, presso lo Spazio Saigi di via IV Novembre, 5 a Santarcangelo di Romagna (RN), (durata 20 minuti, biglietto intero 13€, ridotto 11€), in lingua inglese con sovratitoli in italiano.

Muna Mussie e un’artista e performer eritrea di stanza a Bologna. La sua ultima performance Milite Ignoto (2015) fara tappa in questi giorni a Museion di Bolzano all’interno della mostra Somatechnics, mentre Punteggiatura, un’opera d’arte collettiva realizzata in dialogo con un nucleo di donne di differenti provenienze del territorio bolognese, e esposta in questi giorni al MAMBO di Bologna, nella cornice del progetto «creative europe» Atlas of Transtions Biennale I Right to the City, promosso da ERT – Emilia Romagna Teatro Fondazione, a cura di Piersandra Di Matteo. Oasi, la sua nuova performance coprodotta da Ipercorpo e Santarcangelo Festival, con il supporto di XING, narra della fragilita di tutti noi: in una bolla trasparente, un microcosmo che tenta di inglobare il resto del globo, si racchiudono differenti mondi. Forse i fantasmi e gli animali si nascondono nelle nostre paure e fantasie. Oasi e il luogo per accogliere queste paure o liberarle. Lo spettacolo, che vede in scena Sherif Mussie e Muna Mussie, si terra il 13 luglio alle ore 21.30, il 14 luglio alle ore 21.00 e il 15 luglio alle ore 22.30, presso l’Orto dei Frati nel Convento dei Frati Cappuccini in via Cappuccini a Santarcangelo di Romagna (durata 40 minuti, biglietto intero 13 €, ridotto 11 €).

(foto di Michele Lapini)