Toccafondo | sulle bacheche di CHEAPonBOARD i poster per Bologna Jazz Festival

Gianluigi Toccafondo ha realizzato un intervento site specific con illustrazioni originali riprodotte e stampate in grandi dimensioni, che abbiamo installato sulle tabelle affissive dismesse del circuito CHEAP On Board. Il lavoro è stato realizzato per il Bologna Jazz Festival e in collaborazione con Bilbolbul. Festival internazionale di fumetto

Su 33 tabelle affissive dismesse del circuito CHEAP On Board, sono stati installati 10 lavori originali di Gianluigi Toccafondo, realizzati in esclusiva per il Bologna Jazz Festival 2016.

È proprio il ritmo irregolare e sincopato del jazz a prendere vita nei disegni trasfigurati, allungati e distorti realizzati dall’artista di San Marino, che ha ritratto gli artisti che esibiranno al BJF nell’atto di suonare i loro strumenti.

Passeggiando per Bologna si incontrano gli archi del Kronos Quartet, il ritmo dei The Cookers e di Aziza, la tromba di Paolo Fresu, il sassofono di Steve Coleman, il pianoforte di Barry Harris, le linee del contrabbasso di Buster Williams o gli echi dei C’mon Tigre, come in un grande concerto corale, disegnato per l’occasione sui muri della città. Queste grandi opere stampate a colori e realizzate con la tecnica che ha reso famoso nel mondo il lavoro di Gianluigi Toccafondo saranno installate lungo un percorso che va da Via Indipendenza, Via San Giuseppe, Via Ugo Bassi fino a Via Mascarella e Via Castiglione, andando così a intrecciare la via principale della città con alcuni luoghi simbolo per la programmazione di questa edizione del Bologna Jazz Festival, come il Teatro Auditorium Manzoni, il Teatro Duse, la Cantina Bentivoglio e il Bravo Caffè.

Foto di Michele Lapini

CHEAP on BOARD | Toccafondo | Bologna Jazz Festival 2016