CHEAP & Orticanoodles per IRMA BANDIERA – resistenza, memoria e street art

VOTA per CHEAP e ORTICANOODLES: insieme per regalare a Bologna un’opera di ‪#‎streetart‬ dedicata alla partigiana Irma Bandiera – resistenza, memoria e street art.

CHEAP e Orticanoodles propongono insieme un nuovo intervento di street art a Bologna: dopo il ritratto poliedrico di Roberto Roversi realizzato al Pilastro, il festival di street poster art e il duo di artisti milanese tornano a progettare un nuovo wall dedicato ad un’icona della resistenza, Irma Bandiera.
La sfida è quella di utilizzare un linguaggio contemporaneo per celebrare l’antifascismo, intervenendo sul paesaggio urbano della città per aggiungere un altro tassello a quell’ingranaggio collettivo che è la memoria: il progetto prevede la realizzazione di un grande ritratto di “Mimma” in strada, un ritratto della partigiana simbolo della lotta al fascismo a Bologna che sia disponibile allo sguardo di tutti.

Dopo il ritratto della staffetta partigiana Francesca Rolla in Piazza delle Erbe a Carrara e il ritratto del poeta e partigiano Roberto Roversi al Pilastro (San Donato) di Bologna, Orticanoodles si appresta a realizzare un altro wall celebrativo dell’antfascismo: come già fatto in precedenza, il progetto vedrà la coincidenza della creazione dell’opera muraria permanente con un workshop formativo.

VOTA per il nostro progetto a QUESTO LINK : bit.ly/VOTAperCHEAP

IRMA BANDIERA

Irma Bandiera, giovane staffetta partigiana nella 7a G.A.P., viene arrestata dai nazifascisti a Funo di Argelato dopo uno scontro a fuoco. Ha con sé documenti compromettenti. Per una settimana “Mimma” subisce tremende torture, ma non svela i nomi dei compagni. E’ accecata e giustiziata con alcuni colpi di pistola a bruciapelo il 14 agosto 1944 al Meloncello, ai piedi della collina di San Luca. Il suo corpo è lasciato per un giorno intero sulla strada come monito per tutti i ribelli. Irma è medaglia d’oro al valore “prima fra le donne bolognesi ad impugnare le armi per la lotta nel nome della libertà”.

CHEAP – street poster art

CHEAP è un progetto indipendente che promuove la street art come strumento di rigenerazione urbana e indagine del territorio: ha scelto di avere la forma giuridica di un’associazione, ha sede a Bologna ed è fondato da sei donne.
CHEAP organizza un festival annuale nato nel 2013, un appuntamento che prevede un open call internazionale e una selezione di guest chiamati a lavorare su progetti site specific, modulati sul paesaggio urbano e periferico di Bologna.
I guest artist vengono selezionati da CHEAP per la realizzazione di lavori site specific, modulati sul paesaggio urbano e periferico di Bologna.

La CALL for ARTIST è lo spazio partecipativo che ogni anno il festival rinnova: la call è indirizzata non solo a street artist ma anche a chi si occupa di grafica, fotografia, illustrazione ed arte visiva in generale. La Call è tematica, i lavori selezionati vengono stampati nel formato poster 70X100 ed installati su un circuito di bacheche del centro storico.

CHEAP interviene in strada in maniera continuativa tutto l’anno con altri interventi di street art e con un progetto aggiuntivo che ha preso il nome di CHEAP on BOARD.
CHEAP on BOARD è un progetto in collaborazione con il Comune di Bologna: grazie ad una convenzione triennale con il settore Cultura, CHEAP ha potuto sviluppare dei progetti di street poster art e comunicazione non convenzionale sulle tabelle affissive dismesse di proprietà dell’amministrazione locale, alcune centinaia di bacheche disseminate nel centro storico della città.
All’interno di CHEAP on BOARD sono state realizzate diverse tipologie di interventi: street poster art “pura”, campagne di comunicazione sociale, affissioni dei poster della call for artist del festival, interventi site specific di sensibilizzazione su tematiche di interesse sociale, promozione delle attività culturali del territorio legate al contemporaneo. Tutti gli interventi condividono l’azione di ripristino dello spazio pubblico delle bacheche ed in questo senso l’utilizzo della street poster art come strumento di rigenerazione urbana, l’impiego delle arti visive come veicolo di contenuti di interesse comune, la collaborazione con artisti della scena nazionale e internazionale, oltre che l’attivazione di percorsi partecipati con associazioni, singoli ed altre realtà culturali del territorio.

www.cheapfestival.it

ORTICANOODLES
www.orticanoodles.com

Eccezionale interprete della stencil art, il duo milanese comincia ad agire nel 2004, utilizzando prevalentemente stickers e paste up. Ben presto, nel laboratorio del quartiere Ortica da cui prendono il nome, cominciano ad essere realizzati i primi stencil tagliati a mano, che segnano così un’evoluzione nel linguaggio che si accompagna a nuove modalità di relazione con lo spazio urbano.

Di fronte alla saturazione dell’orizzonte cittadino causata dalla presenza pervasiva della pubblicità, gli Orticanoodles reagiscono infatti rispondendo con le stesse modalità di ripetizione e proliferazione del messaggio proprie dell’advertising, arrivando a realizzare vere e proprie anticampagne di affissione il cui impatto è ulteriormente rafforzato dall’utilizzo dei codici peculiari del linguaggio della pop art.

La loro produzione più recente, articolata su una collezione di ritratti di leader, celebrità e artisti provocatori, segna un ulteriore step nell’articolazione del loro percorso artistico, ora imperniato sul concetto di “stencil su stencil”: tali volti iconici vengono infatti dipinti sopra intricate matrici di stencil finemente intagliate, interpolate con messaggi verbali, dando così vita ad un rapporto scambievole tra il soggetto ed il suo pensiero.

In occasione dell’edizione 2014 di CHEAP- street poster art festival, gli Orticanoodles hanno realizzato un progetto pensato attorno alla figura del poeta e partigiano Roberto Roversi, nato e vissuto a Bologna, scomparso nel 2012. Rappresentato in maniera poliedrica, il ritratto di Roversi si scompone arrivando poi a riassemblarsi in diversi ulteriori ritratti, che alludono all’eccellenza raggiunta in tutti gli ambiti a cui si è dedicato. Anche la cromìa vuole focalizzare l’attenzione sui diversi aspetti della personalità di Roversi, creando una sorta di “occhio di bue” su bocca, mente e sguardo, esaltandone così le peculiarità.

A Bologna come anche in altre occasioni, Orticanoodles ha sviluppato una modalità di intervento il cui obbiettivo è quello di far coincidere la creazione di un opera muraria permanente con un workshop formativo.
La produzione è da dividersi in tre differenti fasi: introduzione all’Arte pubblica e sui diversi linguaggi che intervengono nel contesto urbano; introduzione e formazione specifica alla realizzazione del progetto; laboratorio volto alla preparazione delle matrici utili a creare lo spolvero delle traccie del murale; realizzazione fisica dell’Opera, con tempere murarie da esterno su base Primer D2 e protetto con idrorepellente anti UV.
L’obiettivo del workshop è quello di realizzare un opera muraria permanente di grandi dimensioni e di sviluppare capacità progettuale e competenza operativa nella realizzazione d’interventi architettonici e paesaggistici in spazi urbani ed extraurbani.

Principali workshop stencil
2015 “Il Giro d’Italia” in collaborazione con Liceo Artistico Giordano Bruno, Albenga [50×3 mt]
2015 “Il Ponte della Memoria” in collaborazione con Nuovo Liceo Artistico e Scout CNGEI, Milano [600×1 mt]
2014 “Lybia meets Europe” Workshop formativo presso Accademy of fine Art, Misurata Libia
2014 “Ritratto Roberto Roversi” in collaborazione con LABA Libera Accademia Belle Arti Brescia Bologna [14×7 mt]
2013 “Ritratto Frida Kahlo” in collaborazione con LABA Libera Accademia Belle Arti Brescia San giorgio di Mantova [30×3 mt]
2012 “Business school il sole 24 ore” workshop all’interno del master in management Beni Culturali
2012 “Ritratti premi Nobel medicina” in collaborazione con Istituto D’Arte G. Romano presso Ospedale C. Poma a Mantova [75×2,5 mt]
2011 “corso aggiornamento per insegnanti scuole medie” presso MART, Museo Arte Contemporanea di Rovereto sez. didattica
2010 ”Stencil Art” Curato da Associazione Toniolo, Piazza delle erbe, Verona
2010 “Stencil Art” presso MART, Museo Arte Contemporanea di Rovereto sez. didattica

Principali opere murarie
2015 “CIMINIERA BRANCA”, Curato da Jacopo Perfetti, Distillerie Fernet-Branca, Milano [15×55 mt]
2015 “Via Crucis”, in collaborazione con Mr Caos, Chiesa della Pieve, San Donato Milanese
2015 “Ritratto Andrea Pazienza”, Curato da P. Cucchiaro San Benedetto del Tronto [10×22 mt]
2015 “LOVE” all’interno di Lecco Street View Curato da Chiara Canali, Lecco [13×8 mt]
2014 “Wall Art” P.zza Cardinal Ferrari, curato da Mara Taverriti e Alice Cosmai Esterno G. Pini, Milano [150×4 mt]
2014 “Open the Cages” murale sede WWF all’interno di BreArt, Milano [180 mq]
2013 “Ritratto Danny Trejo”, Ex Carcere Tirano, curato da Daniele Decia, Tirano
2013 “Ritratto Joseph Beuys” curato da Pretty Portal, Dusseldorf Germany [12×8 mt]
2013 “Ritratto Francesca Rolla” curato da EXP, Carrara [18×15 mt]
2013 “Ritratto Renato Guttuso” curato da M. Gargiulo & G. Stagnitta, Giardini Naxos Catania [10×6 mt]
2012 “Ritratto Gilberto Gil”, curato da M. Teobaldo, Rio de Janeiro, Brasil [13×8 mt]
2010 “Love is Hollywood” curato da V. Donnarumma Dicastero Giovani ed Eventi Lugano Ch [15×5 mt]